• inferno
  • disio
  • stelle
Le ceneri del teatro: Beckett, l'ultima parola
Postato il 30 12 2018, di Francesco Torchia

Fui incuriosito e poi folgorato da Beckett all'indomani dell'attribuzione del premio Nobel. Alcuni episodi della sua biografia mi affascinarono inducendomi ad acquistare l'edizione tascabile della trilogia letteraria: Molloy, Malone muore e L'innominabile. La lettura, precoce quanto faticosa (frequentavo gli ultimi anni del liceo) letteralmente mi sconvolse...

Le ceneri del teatro: Grotowski, l'ultimo maestro
Postato 08 Dicembre 2018, di Francesco Torchia

Presto ricorreranno due commemorazioni importanti per il teatro: ad aprire il 2019 i vent’anni dalla morte di Jerzy Grotowski e a chiuderlo i trent’anni dalla morte di Samuel Beckett. Prima di ritrovarsi nell’orgia delle celebrazioni o nel deserto delle dimenticanze (gesti che si equivalgono nella sostanza di una cancellazione)....

La guerra di un soldato
Postato il 26 Settembre 2018,
di Sergio Guarente

Sono qui, in questa trincea maleodorante, in questa sorta di imbuto fangoso che risucchia il corpo e la mente, a scrivere con mano malferma queste brevi note, che il cuore “mi ditta dentro”...

Solitudine di P. P. Pasolini
Postato il 19 Settembre 2018, di Giuseppe Torchia

Quando Pasolini scrive queste parole, sono quattro mesi che attende il dissequestro del suo film Teorema. Aveva già subito diversi processi. Era stato chiamato a render conto della sua vita, della sua omosessualità e delle sue opere, in centinaia di udienze.

Capitini e il sessantotto
Postato 09 Settembre 2018, di Piergiorgio Giacchè

Gli anniversari riattivano la culla della memoria o finiscono nella tomba della storia? Forse dipende anche dalla scelta della data – se quella della nascita o quella della morte – perché infine è diverso festeggiare la venuta al mondo di Aldo Capitini o rimpiangere la sua scomparsa, anche se nessuno sembra dar peso o senso a questa differenza...

Judith Malina
Postato il 07 Agosto 2018, di Piergiorgio Giacchè

...Judith era una delle due luci del gruppo teatrale più importante che ci sia stato al mondo. Non è una questione di storia ma di arte, e non c’è comparazione che tenga: quello che ha fatto e soprattutto quello che è stato il Living Theatre non è comparabile con nessun altro fenomeno

Torna su