a riveder le stelle
  • SOMMARIO POST

  • Inno alle
    migrazioni

    di Francesco Torchia
    1 commento
    emigrante

    Difronte ai contemporanei flussi migratori provenienti dal sud del mondo e dai paesi che sotto ogni latitudine patiscono guerre civili o violenti regimi dittatoriali, ogni indigeno che vede il suo suolo assalito e perennemente assediato, reagisce d’impulso con moti di rifiuto, con sentimenti xenofobi, se non addirittura razzisti...

    Leggi tutto
  • Spazio, tempo, forma e utopia

     di Romina Perni 
    0 commenti
    utopia

    Parlare e scrivere di utopia oggi dovrebbe essere fuori luogo e fuori tempo. Da anni si è ormai decretata la fine delle utopie, eppure ci si ritrova sempre di più a parlarne, a trovare nuovi modi di riferirsi all'utopia senza che la si citi direttamente, a dare origine a nuovi nomi per indicare qualcosa che è pur sempre legato ad essa...

    Leggi tutto
  • Il mondo
    perfetto

    di Francesco Torchia
    0 commenti
    pubblicità

    Se non pubblicizzi, se non ti pubblicizzi, se non segui i dettami della pubblicità non sei nessuno. Non è una novità, è dagli anni Ottanta che va avanti così. L'esplosione della società dei consumi è strettamente collegata con l'affermarsi del modello pubblicitario.


    Leggi tutto
  • Il passo del gambero

    di Francesco Torchia
    0 commenti
    freccia

    Zygmunt Bauman ci ha lasciato con un'illuminante intuizione: il concetto di retrotopia. Se l'utopia è lo slancio visionario verso un futuro sognato come risoluzione delle contraddizioni del presente, il desiderio-progetto di una società migliore, la retrotopia è, nell'età della paura, la nostalgia del passato, il rifugio nelle sicurezze consolidate di ieri.


    Leggi tutto
  • Lo spazio scolastico

    di Giuseppe Torchia
    0 commenti
    atrio scuola

    Ogni giorno viviamo esperienze legate alla natura dello spazio che abitiamo. Tuttavia raramente ci fermiamo a scrutare i sottili legami che connettono i nostri stati d'animo con gli spazi percepiti. Siamo certi che quel determinato ambiente architettonico o paesaggistico che ci ha ospitato per un lasso di tempo più o meno breve, più o meno lungo, ha prodotto in noi uno stato di benessere...

    Leggi tutto
  • LE DOLCI RIME - VIDEO POESIE

  • Migranti

    di Derek Walcott,
    voce di Silvia Bevilacqua

    migranti01
  • Sole

    di Gregory Corso, voce di Silvia Bevilacqua
    sole
  • Canzone

    di Allen Ginsberg, voce di Silvia Bevilacqua

    song
  • LE DOLCI RIME - POESIE

  • A coloro che verranno

    poesia di Bertolt Brecht 0 commenti
    brecht

    Davvero, vivo in tempi bui!
    La parola innocente è stolta. Una fronte distesa
    vuol dire insensibilità. Chi ride,
    la notizia atroce
    non l'ha saputa ancora.

    Leggi tutto
  • Sono in attesa

    poesia di Lawrence Ferlinghetti 0 commenti
    ferlinghetti

    Sono in attesa che il mio caso sia esaminato
    e sono in attesa
    che rinasca il miracolo
    e sono in attesa di qualcuno
    che scopra veramente l'America

    Leggi tutto